Informazione Alternativa

In molti post, compreso quello precedente, sottolineo come l’informazione di massa (stampa, televisione, cinema, ecc.) ed anche la formazione scolastica e universitaria, siano uno strumento di potere sotto lo stretto controllo di chi il potere ce l’ha e lo vuole appunto conservare o rafforzare. La narrativa degli avvenimenti mondiali (geopolitici, militari, economici, finanziari), le analisi e le proposte di soluzione sono pilotate e hanno l’obiettivo di conformare l’opinione pubblica al disegno e ai progetti di potere dell’oligarchia oggi prevalente. Sto parlando in primis di quella americana che prevale ormai da un secolo, divenuta nel frattempo transcontinentale e, in tal senso, priva di una patria.

a

Non si tratta di uno scandalo, né di una critica o di una novità storica (in realtà il fatto che sia transcontinentale lo è), è una semplice constatazione.

Il punto è che l’Italia (e l’intera Europa, termine da intendersi strettamente in senso geografico) è in una posizione fortemente subalterna, che amplifica la sua fase di declino storico ben al di là dei propri demeriti. Il nostro paese è una piccola pedina che aveva un grande valore finché esisteva la minaccia comunista, ma che ora interessa poco, anche perché la sua classe dirigente è totalmente allineata (si è “venduta”) e rassicura così gli interessi dei più forti (USA in testa, in subordine Germania).

Quello dei mezzi di dis-infomazione mainstream (traduzione dall’inglese: corrente principale, ovvero dei potentati economici e finanziari) è un gioco al massacro, non c’è storia, attualmente stravince. C’è tuttavia un piccolo neo in questo dominio mentale delle masse popolari: Internet (eccezionalmente anche qualche libro stampato), nel quale si fanno sentire voci fuori dal coro, che interpretano tutto un altro spartito. Che non è detto rivelino la Verità, ma che secondo me spesso “c’azzeccano”.

Dato che consulto frequentemente i siti italiani ed internazionali che classifico “fuori dal coro”, ho deciso di avviare la rassegna “Informazione Alternativa”, nella quale replicherò articoli che riterrò particolarmente interessanti. Ciò non significa che condividerò al 100% il loro contenuto, che cercherò quindi anche di commentare, tempo permettendo.

Questa presentazione è necessariamente generica (“informazione di massa”, “oligarchia”, “interessi americani”, ecc.), per entrare nei contenuti non vi resta che leggere i post della rassegna “Informazione Alternativa”, nella quale potete entrare cliccando sulla apposita etichetta (Tag, in inglese), posizionata nella striscia destra del blog.

2 thoughts on “Informazione Alternativa

    • Grazie Michele, diciamo che con il blog ci provo.
      Il fatto è che, a forza di provare, da quando ho iniziato (2011) ho cambiato parecchio la mia visuale, e con convinzione e sodddisfazzzione (alla Napolitano)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.