Simon Black/1-Il Dipartimento di Giustizia avvia una forma di controllo sui capitali in America

Simon Black è lo pseudonimo di un ex ufficiale uscito da West Point, che ha cambiato vita ed è attualmente un imprenditore, investitore e viaggiatore permanente nel mondo. Dovunque si trovi pubblica giornalmente una lettera sul suo blog Sovereign Man, nel quale esprime la sua visione fortemente critica del sistema di potere americano ed internazionale. E’ fonte di consigli – volendo anche a pagamento – su come muoversi nelle turbolenze del mondo globalizzato. Trovo spesso originali e convincenti le sue argomentazioni, talvolta invece mi suonano tendenziose o forzate, ma nell’insieme dispone di una visione, di una massa di informazioni ed esperienze da ascoltare con attenzione e spirito critico. Tradurrò e pubblicherò le e-letters giornaliere che riterrò interessanti.


20100202-sov By SIMON BLACK                                              Learn how to be free

20 marzo 2015                                                         Sovereign Valley Farm, Cile

Immaginate di andare in banca per effettuagre un prelievo.

Avere a disposizione un po’ di denaro in contanti  è sempre prudente, soprattutto oggi che i depositi bancari stanno scivolando sempre più in territorio negativo, il che significa che dovete pagare le banca per concederle il privilegio di giocare con i vostri soldi.

Una volta entrati chiedete al cassiere di ritirare $ 5,000 dal vostro conto. Il cassiere esita nervosamente e vi chieide perché.




Voi gli ricordate gentilmente che la vostra richiesta non riguarda gli affari della banca perché il denaro che volete ritirare è vostro.

Il cassiere si assenta alcuni minuti, lasciandovi in attesa.

Quando torna vi dice che è possibile ritirare i vostri soldi ma solo tra un paio di giorni in quanto al momento non hanno abbastanza contanti

Leggermente irritato per l’inconveniente, ve ne tornate a casa.

Ma come entrate nel vialetto di accesso al box trovate una sorpresa inaspettata: due agenti di polizia che vorrebbero scambiare con voi due parole circa la vostra recente richiesta  di prelievo di denaro liquido …

Se questo suona inverosimile, ripensateci. Perché potrebbe benissimo diventare una realtà nella Terra della Libertà se il Dipartimento di Giustizia sviluppa il suo corso.

All’inizio di questa settimana, un alto funzionario del Dipartimento di Giustizia ha parlato a un gruppo di banchieri sulla necessità di fornire delle soffiate sui loro clienti depositanti alla polizia.

Quello di cui molte persone non si rendono conto è che le banche sono già spie del governo (non pagate).

Regolamenti del Governo Federale nella Terra della Libertà richiedono alle banche di presentare “comunicazioni di attività sospetta” (SAR, suspicious activity report) riguardanti i loro clienti. E non è opzionale.

Le banche hanno quote minime di comunicazioni SAR che devono compilare e inviare al governo federale.

Se non ne inviano abbastanza possono essere multate. E possono perdere la loro licenza bancaria. E sì, i dirigenti bancari e gli amministratori possono anche essere incarcerati per non conformità.

Questa è la natura del sistema finanziario nella Terra della Libertà.

E ci sono delle probabilità che nei 1,6 milioni di comunicazioni di sospetto presentate dalle banche nel 2013, ci sia anche la vostra.

SIMON BLACKMa ora il Dipartimento di Giustizia sta dicendo che le SAR non sono sufficienti.

Adesso, ogni volta che le banche sospettano che stia accadendo qualcosa di strano,  il Dipartimento di Giustizia vuole che alzino il telefono e chiamino la polizia.

“Noi incoraggiamo le istituzioni a valutare se prendere più iniziativa: nel caso specifico, se allertare le autorità legali preposte sul problema, che può essere in grado di sequestrare i fondi, avviare un’inchiesta, o di adottare altre misure investigative.”

Ma che cosa esattamente è una “attività sospetta”? Sostanzialmente qualsiasi cosa.

Secondo il manuale del Federal Financial Institution Examination Council, le banche sono tenute a presentare un SAR per quanto riguarda:

“Le operazioni condotte o tentati da, in, o attraverso la banca (o un affiliato) che aggregano $ 5.000 o più …”

E una situazione assolutamente oscena. Secondo il Dipartimento di Giustizia, andare in banca e prelevare 5.000 dollari dovrebbe potenzialmente attivare la banca a trasmettere una soffiata su di voi alla polizia.

Ma c’è qualcosa d’altro che voglio qui sottolineare: questo può essere una iniziale forma di controllo sui movimenti di capitale nella Terra della Libertà.

Traduzione del Prof

Articoli correlati:
+ Il nostro Futuro/2-Lo Scenario Geopolitico(08-03-2015)
+ Obama e la Finanza speculativa-Federico Rampini (24-02-2015)

2 thoughts on “Simon Black/1-Il Dipartimento di Giustizia avvia una forma di controllo sui capitali in America

  1. Se ci decidessimo a mettere il denaro sotto un mattone sono sicuro che in pochi giorni tutti si ricorderebbero che il denaro non è il loro e probabilmente ,anzi certamente farebbero carte false e nuove regole per fare tornare alla gente la fiducia nelle banche e nelle istituzioni .

    • Gianca.3000, grazie del tuo commento. Sono molto d’accordo che bisogna avere fiducia nelle banche e nelle istituzioni, che sono due mondi totalmente interconnessi. A condizione che le istituzioni facciano equamente l’interesse della comunità in tutte le sue componenti, che non siano gestite da corrotti e che non sperperino le entrate delle nostre tasse. Discorso analogo per le banche se finanziassero l’economia e le famiglie con equità, senza tenere conto di clientelismi politici e non, se investissero i nostri depositi in modo oculato e non speculativo e se non evadessero le tasse. E sarei molto più sereno e fiducioso se, sia le istituzioni che le banche, non avessero potere di influenzare televisioni e giornali. Mi dispiace molto ma la situazione non è proprio questa. E non solo in Italia, il sistema di potere nel mondo intero è profondamente distorto. Purtroppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.